Lingua: 

Data di arrivo(*)
Invalid Input

Data di partenza(*)
Invalid Input

Persone(*)
Invalid Input

Hotel Zanella dal lontano 1885

Il nostro Hotel Zanella, sorto nel 1896 come "Gastaus zu den 2 Gänsen" (visto che la zona era Austria) cioè “Osteria alle due oche”, ha attraversato e resistito, alle due guerre mondiali.Inizialmente pensato come locanda, essendo sulla strada di collegamento principale col Lago di Garda, era situato a fianco della allora dogana e la prima licenza fu del 1885; divenne ben presto quindi "l'autogrill" dell'epoca, con ristorazione, qualche camera e il ristoro dei cavalli, provenienti dal Nord. 

OldHotel

Non a caso, la corte Asburgica, transitante verso l'allora Residenza invernale di Arco (5 Km), faceva pausa a Nago per mangiare e gustare il moscatello, vino prodotto nei vigneti circostanti del Signor Girolamo Zanella (chiamato al tempo "Momolo"), tant'è che lo stesso forniva la Corte Asburgica del vinello anche a Vienna.

Subentrò a lui il figlio Carlo Zanella, che portò avanti la già consolidata tradizione attraverso la prima guerra mondiale; quindi si passò sotto il regime fascista, che non voleva nomi stranieri sulle insegne ed allora l'Hotel prese il nome della Famiglia, "Zanella", mantenendo però il simbolo delle due oche e la fila di oche dipinte sulla facciata.

Vennero aggiunti 2 piani di camere, oltre al solito ristorante e bar finchè, dopo la prematura scomparsa del titolare, dovette subentrare il figlio Girolamo "Nino", promettente medico ma "indottrinato" nella gestione alberghiera da padre e madre, che, figlio unico, dovette prendere in mano la situazione.

Dopo la seconda guerra mondiale, con l'Albergo semidistrutto, la volontà e l'oculatezza portarono alla costruzione del terzo piano di camere ed all'ampliamento globale ma, soprattutto alla realizzazione già allora di stanze con servizi privati annessi (un'optional per il tempo).

Nino proseguì nella sua avventura, coadiuvato dalla madre prima e dalla moglie poi, facendo anche da consulente e interprete per i primi grandi pionieri tedeschi del turismo, conoscendo perfettamente la lingua e stimolando la nascita di piccole strutture ricettive, poi diventate Hotels in quel di Nago.

Lasciò poi la gestione alla figlia Sabine, subentrata nel 1985, la quale, insieme alla nuova famiglia, ha ristrutturato completamente l'Hotel nel 1999 portandolo alle 3 stelle, conservando comunque quella specificità storica e particolare tipica della Sua storia.

Sono state riportate quindi al loro splendore le oche di allora, conservando lo stile del passato, in parecchi tratti interni, in modo da rendere omaggio alla tradizione di famiglia.

L'Hotel Zanella si presenta oggi quindi sul mercato in punta di piedi, conservando le antiche provenienze, visibili anche all'interno, ma soprattutto quel senso di appartenenza, di amore per l'ospitalità, non imparato oggi, ma ereditato nel tempo.

IMG
IMG
IMG
IMG
IMG
IMG
IMG
Il Forte di Nago
oche
oche
oche
oche
oche
oche
oche
oche
oche
oche
oche