Lingua: 

Data di arrivo(*)
Invalid Input

Data di partenza(*)
Invalid Input

Persone(*)
Invalid Input

Nago Torbole

La cittadina di Nago è un incantevole realtà situata a circa 1 kilometro dal lago di Garda, in una posizione più elevata (220 m s.l.m), lungo il collegamento tra il Gardatrentino e Rovereto. Non ancora cosi caotico e trafficato come Torbole o Riva del Garda, questo piccolo centro, immerso in una piana verdeggiante, è l’ideale per chi vuole spendere le proprie vacanze in tranquillità, pace e relax.

Il parco giochi, il campo da calcetto e di bocce, le graziose vie del centro storico con costruzioni antiche e la piazza principale sono popolati tutti i giorni.

Lasciatevi trasportare nel vostro tempo libero e spingetevi fin a visitare i punti panoramici con incredibili vedute sul Lago di Garda o semplicemente passeggiate fra i vari vigneti e campagne, per riassaporare la vita rurale che ha caratterizzato il Garda Trentino dal dopoguerra fino a qualche anno fa e che ancora oggi fa di Nago una propria peculiarità.

Due passi nei dintorni

A due passi dall'Eco hotel Zanella meta ideale per le vacanze, potrete visitare liberamente alcuni importanti siti storici e rivivere così le varie tappe storiche che hanno caratterizzato lo sviluppo e la crescita del nostro ambito.

Marmitte dei giganti:

A breve distanza dall’’Hotel in direzione di Torbole e del Lago di Garda, un raro esempio di pozzi glaciali intatti dall’era quaternaria, formati da enormi cavità di origine glaciale. Si gode inoltre di una splendida vista sul Lago di Garda.

Castel Penede:

Oggi sono rimasti soltanto pochi ruderi a ricordo della possente costruzione Medievale, che per decine di anni ha rivestito un’importanza militare e strategica fondamentale per tutto l’Alto Garda. La struttura, molto particolare ed articolata, era lunga 103 metri e larga 43, ed i confini delle mura racchiudevano un area di 3673 metri quadrati; molte migliorie vennero effettuate dai Veneziani che occuparono il territorio fra il 1440 e il 1509, fra cui la costruzione di una “bastìa”. Immerso nel verde e fuori dal caos cittadino, la visita permette di rivivere questi momenti storici e di ammirare viste mozzafiato sul monte Baldo, il Garda Trentino e il Lago di Garda.

 Forte alto:

Un tempo faceva parte della cintura di difesa Austroungarica, composta da circa 30 forti e costruita appena prima l’unità d’Italia (1858-1861). Il Forte era composto di otto cannoniere al primo piano e di sei al secondo, insieme ad una serie di feritoie per fucilieri. Da qui era possibile controllare tutto l'Alto Garda e il Passo San Giovanni

Murales di Nago

In hotel sono disponibili le mappe dei 13 murales che abbelliscono la graziosa cittadina di Nago, realizzati fra il 1996 e il 1998 su iniziativa di alcuni ragazzi, con l’intento di far riaffiorare ricordi di antichi mestieri e tradizioni locali. Una visita di un paio d’ore per apprezzarne le pitture e scattare qualche fotografia

Strada antica da Nago a Torbole:

Facile e piacevole passeggiata da Nago a Torbole e al Lago di Garda. La strada è antichissima e si sviluppa a lato dell’alta rupe sopra la quale si trovano i ruderi del Castel Penede; rappresentò, nella storia, l’unico passaggio per scendere al lago; un capitello, di Santa Lucia, ricorda la discesa delle galee veneziane che combatterono contro il Ducato di Milano nel 1439. Lo ricorda un'iscrizione, in cui si legge:

"Via del traffico medioevale tra il lago e il nord transitò nell'anno 1439 delle galere veneziane per combattere le forze del Ducato di Milano".

Una valle piccola e ancora incontaminata, immersa nel verde e nel più assoluto silenzio; stupende viste panoramiche sull’intero bacino del Garda, lasciano gli escursionisti senza fiato.

Inoltre l’uliveto che si attraversa, conservato e mantenuto durante il passare dei secoli, rappresenta una fra le più antiche e preziose testimonianze storiche che si possono trovare nell’ambito dell’Alto Garda